sabato 20 Agosto 2022 – Aggiornato alle 05:21

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Turismo

Fioravanti a La Nuova Riviera: “Costa ed entroterra connessi per un’unica offerta. Solo così i turisti resteranno più a lungo”

Il primo cittadino ascolano: "Fin dal primo giorno del mio insediamento ho evidenziato l’importanza di mettere in campo azioni congiunte"
jako
ASCOLI PICENO

Azioni congiunte e mirate tra Riviera ed entroterra, superamento dei campanilismi e coinvolgimento di tutti i comuni del territorio provinciale. A livello turistico l’asse Ascoli-San Benedetto è una formula che può e deve funzionare. Lo afferma il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti che su La Nuova Riviera ha fatto il punto della situazione relativamente la possibilità di intraprendere un percorso davvero condiviso per arricchire e destagionalizzare l’offerta turistica di tutto il territorio.

Si vede parecchio dialogo, in questi ultimi mesi, tra le amministrazioni comunali di Ascoli e San Benedetto. E’ possibile ipotizzare, per il futuro, ad un sodalizio turistico-culturale tra le due città in modo da creare davvero una serie di eventi, itinerari e offerte condivise tra riviera e capoluogo?
Me lo auguro vivamente. Ho incontrato il sindaco Antonio Spazzafumo non appena è stato eletto come primo cittadino di San Benedetto del Tronto, proprio per coordinare fin da subito con lui e la sua Amministrazione un percorso sinergico e condiviso di rilancio e promozione turistica, culturale ed economica dell’intero territorio Piceno. Fin dal primo giorno del mio insediamento a sindaco, ho sempre evidenziato l’importanza di mettere in campo azioni congiunte tra enti, istituzioni e stakeholders del territorio: solo superando i campanilismi che per troppo tempo hanno posto un freno allo sviluppo e alla crescita della nostra area è possibile migliorare la coesione tra i vari Comuni e creare una progettualità complessiva di promozione di tutto il Piceno.

In tal senso ci sono già ipotesi o progetti all’orizzonte? Nel senso sono state messe in campo idee che possano essere sviluppate per le prossime stagioni?
Il progetto più ambizioso è stato sicuramente quello di candidatura di Ascoli e Piceno a Capitale Italiana della Cultura 2024. L’esito del percorso non è andato come sperato, ma continueremo a portare avanti un progetto ambizioso che ha coinvolto fin da subito l’intero territorio, nell’ottica di fare emergere tradizioni, peculiarità, eccellenze e identità che sono proprie di tutto il Piceno. Tra le iniziative che stiamo mettendo in campo, c’è quella di una promozione “dislocata” dei nostri territori: eventi e iniziative in programma nell’entroterra vanno sponsorizzati nei Comuni costieri, e lo stesso dicasi viceversa. Lo abbiamo fatto negli anni passati e lo stiamo facendo ancora oggi. Mi piace poi pensare all’organizzazione di manifestazioni che coinvolgano tutto il Piceno: a tal proposito, abbiamo iniziato a coinvolgere tutti i Comuni della provincia in un nuovo progetto che preveda la possibilità per ciascun territorio di promuovere le proprie eccellenze e peculiarità nei periodi di maggior afflusso turistico.

Una sinergia del genere potrebbe portare ad una vera destagionalizzazione del turismo territoriale?
Questo è l’obiettivo che dobbiamo raggiungere. I turisti che d’estate si recano a San Benedetto e lungo la costa per trascorrere giorni di relax al mare, devono essere incentivati e invogliati a visitare anche Ascoli Piceno e i comuni dell’entroterra. E viceversa, con coloro che alloggiano sotto le Cento Torri o nei borghi interni che siano stimolati a recarsi anche lungo la costa. E questo a prescindere dal periodo dell’anno. Il focus di ciascuno di noi deve essere sulla permanenza dei visitatori nel Piceno. Va implementata un’offerta turistica che abbia una visione complessiva dei nostri territori: connessioni enogastronomiche, eventi sportivi, cammini religiosi, manifestazioni artistico-culturali e tanto altro ancora. Se l’offerta include percorsi in tutto il territorio, anziché essere incentrata su una sola città, ecco che è più facile favorire una permanenza più duratura dei turisti nel Piceno.

agriturismo le senapi

Ultime notizie

infinito 250

TI CONSIGLIAMO NOI…