Fermata ferroviaria in zona stadio, la proposta di Falco e Curzi arriva in consiglio

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si torna a parlare dell’istituzione di una fermata ferroviaria in zona stadio. Se anni fa la proposta venne lanciata in campagna elettorale da Paolo Perazzoli, stavolta a rispolverare l’idea sono Rosaria Falco e Marco Curzi, che presenteranno una mozione in tal senso nel prossimo consiglio comunale. “Sul territorio comunale appare sempre più evidente l’urgenza di disincentivare l’uso massiccio degli autoveicoli. All’inquinamento si aggiunge la forte criticità dovuta alla carenza di parcheggi e ai disagi relativi alla concentrazione di autoveicoli in occasione dell’entrata e dell’uscita degli studenti dalle scuole e della vicina sede universitaria, degli eventi che si tengono presso il Palazzetto “Bernardo Speca” e soprattutto delle partite di calcio che impegnano la squadra cittadina presso lo stadio “Riviera delle Palme”, richiamando migliaia di tifosi, cosicché in molte occasioni il nostro Viale dello Sport si presenta come una direttrice cittadina ad alta concentrazione veicolare e davvero difficoltosa da percorrere”.

Per i due consiglieri comunali si tratterebbe pertanto di una “fermata strategica”, intermediaria tra quelle di San Benedetto e Porto d’Ascoli. “La mozione è stata condivisa e ha ricevuto il gradimento di diverse associazioni o punti di riferimento del territorio, in specie relativi all’handicap ed alle disabilità, che presuppongono una fermata conforme a tutte le caratteristiche di accessibilità che dovranno essere parimenti garantite nelle due stazioni principali, quale primo passo verso la copertura e la piena accessibilità del territorio anche extracomunale, con valutazione della fattibilità futura di altre fermate intermedie”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA