domenica 24 Ottobre 2021 – Aggiornato alle 19:44

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

salone del bio 3
LA POLEMICA

“Erbacce, degrado e frane mai sanate”. La denuncia di Acquaviva Futura

Il gruppo di opposizione parla di diverse aree cittadine
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su print
ARBITRI 250
ACQUAVIVA PICENA
salone del bio 3

E’ dal gruppo di opposizione “Acquaviva Futura” che arriva una denuncia sul tratto di strada passa nel centro di Acquaviva, direzione Offida – San Benedetto. “Una “cartolina” – affermano – che Acquaviva non merita ma che dimostra l’incuria e la mancanza di manutenzione che hanno caratterizzato i 9 anni di Rosetti & Co.  Chi percorre la strada si trova subito davanti a una serie di buche, vera maledizione per gomme cerchioni e ammortizzatori, che finiscono in prossimità della famosa frana, visibile anche con  Google Maps , caratterizzata da una rete rossa ormai ricoperta dalle sterpaglie”.

“Durante la campagna elettorale del 2012 – proseguono dal gruppo consiliare – la frana fu un cavallo di battaglia dei sostenitori di Rosetti, portata ad esempio dell’inefficienza e immobilismo della vecchia amministrazione. Dopo 9 anni di Rosetti & Co, la frana è ancora lì a dimostrazione dell’incapacità politico/amministrativa delle amministrazioni Rosetti. All’altezza della sala conferenze della BCC del Piceno, c’è un’altra frana verificatasi durante il primo mandato Rosetti. Invece di sistemarla è stata inglobata nel “panorama” tanto che, quando è stato rifatto l’asfalto in quel tratto di strada, si  è seguito il profilo della frana stessa: inconcepibile e inaccettabile. Proseguendo si arriva all’altezza della Porta da Bora, accesso da nord a Piazza S Nicolò, dove inizia una staccionata di legno parzialmente divelta e abbandonata da anni al suo destino, che ancora si tiene grazie all’attenzione di qualche concittadino. Arrivando all’altezza della Cantina Terre Cortesi Moncaro, oltre all’asfalto rovinato e all’erba alta, segnaliamo una situazione di pericolo visto che il tratto di costa è già franato sulla strada a dicembre 2020. Come evidenziato dalle foto, il tratto di strada e tutt’altro che in sicurezza; anche chi non è un tecnico (come non lo siamo noi) capisce che c’è una situazione di pericolo per le persone e le cose. Invitiamo il Sindaco Rosetti, il Vice Sindaco Luca Balletta, l’Assessore ai Lavori Pubblici Ionni e l’Assessore al Turismo Brarbara Riga ad intervenire con urgenza”.

conad 250

Ultime notizie

angolo 57 250

TI CONSIGLIAMO NOI…