Comitato Nuovo Ospedale: “Idea Spinetoli? Serve una delibera per annullare la precedente”

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il comitato Nuovo Ospedale di San Benedetto accoglie le dichiarazioni del consigliere regionale Andrea Assenti, ma non crede che il progetto di un nuovo ospedale di vallata sia un discorso chiuso. “Il contenuto di una deliberazione di Giunta regionale resta in vigore sino alla pubblicazione della nuova disciplina in materia, cioè occorre una nuova delibera per annullarne un’altra, e non hanno nessun valore amministrativo atti di indirizzo politico anche approvati dall’Assemblea Legislativa”, afferma il portavoce Fernando Spinozzi.

“La risoluzione presentata dalla Lega approvata dall’Assemblea Legislativa regionale nella seduta del 9 Novembre 2020 prevede la revoca di detta delibera nonché l’avvio di un confronto sul territorio con le parti politiche, professionali, sociali, sindacali e associative, finalizzato al consolidamento e al potenziamento dei presidi ospedalieri di Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto. Peccato che la risoluzione di cui si compiace l’ex vice sindaco, sia appunto solo un atto di indirizzo politico che l’attuale giunta non ha ancora recepito, – nonostante siano passati quasi tre mesi – perché non ha deliberato una D.G.R che vada ad annullare quella in discussione”.

Insiste Spinozzi: “Anche l’attuale Piano Socio-Sanitario Regionale 2019/2021, adottato dall’Assemblea legislativa della Regione Marche nella seduta 4 febbraio 2020, con deliberazione n. 107 è tuttora vigente ed in esso è prevista la costruzione di una nuova struttura, un nuovo ospedale per l’Area Vasta 5 e la sede prescelta rimarrà quella di Pagliare sino a quando la Regione non adotterà una nuova deliberazione che annulli la precedenza, con una diversa individuazione del sito. Inoltre, il Tar dovrà annullare la deliberazione del 2019 in virtù del ricorso ancora in itinere. Riteniamo quindi fuorviante per i cittadini di San Benedetto la dichiarazione del consigliere regionale e attendiamo gli atti per la nuova struttura”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA