Ceriscioli risponde alle opposizioni: “Legittimo l’uso dei fondi per il sisma”

Print Friendly, PDF & Email

“Vediamo ogni giorno distorcere la realtà dei fatti. M5s e Fi continuano ad alimentare ulteriore rancore e rabbia in popolazioni già fortemente provate dal terremoto e che non hanno bisogno di sterili e scorrette speculazioni ma di soluzioni concrete, quelle che noi ogni giorno faticosamente mettiamo in campo”. Lo dice il presidente delle Regione Marche Luca Ceriscioli, chiarendo che l’utilizzo dei fondi europei dell’Asse 8 è assolutamente legittimo e ribattendo punto per punto alle obiezioni mosse dalle opposizioni.

Dai fondi per l’ospedale regionale agli edifici strategici, dall’edilizia universitaria alle macerie: “abbiamo ripreso gli Assi di investimento precedenti al sisma e ridistribuito i fondi aggiuntivi. Dei 248 milioni messi a disposizione dall’Ue (Asse 8 Fesr) l’85% è stato usato per interventi nelle aree colpite, evidenziando la forte attenzione che giustamente la Regione riserva a questi territori. Il 15% (36 milioni e 828mila euro) di risorse sono riconducibili a interventi strategici fuori dalle aree del sisma”.

CONDIVIDI