domenica 26 Settembre 2021 – Aggiornato alle 05:21

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

PUBBLICITA’ ELETTORALE

bottiglieri 400

Centro Civico Popolare: “Alle Comunali contro Piunti. Primarie? Nel 2016 ci fecero perdere, se le faccia il Pd”

I centristi si mostrano soddisfatti per il risultato ottenuto da Domenico Novelli: "Nessun sambenedettese a Palazzo Raffaello, hanno preferito votare gli ascolani"
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su print

PUBBLICITA’ ELETTORALE

muzi 400

PUBBLICITA’ ELETTORALE

spazzafumo 250
spazzafumo 550
sbizzura 250

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ed ora occhi puntati alle amministrative del 2021. Il Centro Civico Popolare si dice soddisfatto per il responso arrivato alle elezioni regionali, con la lista Le nostre Marche e il Centro che, a San Benedetto, ha ottenuto il 2,5%. Un risultato decisamente migliore di quello dell’Udc, fermo all’1,67%, che sosteneva la candidatura di Francesco Acquaroli.

“Centro Civico Popolare è una vera esperienza civica – dice Domenico Pellei, che in consiglio comunale rappresenta ancora l’Unione di Centro – alle regionali abbiamo abbandonato la posizione di irrilevante opportunismo dell’Udc e abbiamo speso la nostra faccia, senza simboli a supporto”.

Una fotografia che verrà riproposta inevitabilmente anche la prossima primavera. “Va ricostruita una rete di rapporti sul territorio partendo proprio dal civismo – spiega Eldo Fanini – il nostro posizionamento sarà contro l’amministrazione Piunti, auspico che le forze moderate facciano lo stesso”. Le porte al centrosinistra, pertanto, sono aperte. A patto che non venga riproposta la metodologia delle primarie per individuare il candidato sindaco: “No, non esiste – insiste l’ex vicesindaco – ci hanno fatto perdere cinque anni fa, creano solo problemi. Se le faccia il Pd, se vuole. Ormai non si usano più”.

Al voto del 20 e 21 settembre il sostegno è andato tutto a Domenico Novelli che, complessivamente, ha raccolto 698 preferenze: “Per me è un ottimo dato, totalmente inaspettato. Dopo i big arrivo io, con la differenza che loro sono politici da anni che sono quotidianamente sui giornali”.

Quello della territorialità diventa per i centristi un tema fondamentale, vista la momentanea assenza di esponenti rivieraschi a Palazzo Raffaello: “Non abbiamo un rappresentante in Regione – continua Fanini – siamo tutti bravi a parlare, ma nei fatti si è preferito votare degli ascolani. I partiti di cartello hanno portato avanti una linea che non ha favorito la nostra città”. Da parte di Pellei, infine, non mancano frecciate a Giorgio De Vecchis : “Il suo sarà un equilibrio faticoso da mantenere. Si presenta con il centrodestra in Regione e contemporaneamente vuole essere alternativo a questa amministrazione di centrodestra”.

cafe express 250

PUBBLICITA’ ELETTORALI

barlocci 250
valerio pignotti
canducci 250

Ultime notizie

TI CONSIGLIAMO NOI…