Centro Agroalimentare e la mozione bocciata: “Non voglio credere al pregiudizio, mi verrebbe da piangere”. VIDEO

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una mozione bocciata dalla sua maggioranza e da quello che fino a pochi mesi fa è stato il suo partito.  “Non posso e non voglio credere che la mozione sul Centro Agroalimentare sia stata respinta perché presentata da Cinque Stelle e Italia Viva”, dice Fabio Urbinati.

Il consigliere regionale la settimana scorsa ha avviato un duello frontale con la vicepresidente Anna Casini, accusata di aver cambiato idea sul centro. “La Regione si è arroccata, mi verrebbe da piangere e urlerei ‘viva l’antipolitica’ se scoprissi che c’è stato un pregiudizio nella bocciatura del nostro atto. Non voglio nemmeno pensarci”.

Urbinati non si arrenderà e ha annunciato di aver chiesto la convocazione congiunta delle commissioni bilancio e attività produttive. In quell’occasione potranno presenziare soci, revisori dei conti e consiglio di amministrazione. “Negli anni non siamo riusciti a vendere le quote, ma ora un discorso di rilancio si potrebbe intavolare, ci sono le condizioni”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI