Cava: “Gabrielli fu sfiduciato da 21 consiglieri. Lui stesso ha ritenuto l’atto legittimo”

Print Friendly, PDF & Email


SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Gabrielli vuole tirarmi dentro a polemiche da cui francamente voglio restare fuori”. Luigi Cava respinge le accuse dell’ex presidente del Consiglio, che a proposito della sfiducia subita due anni fa ha tirato in ballo proprio il capo gabinetto del sindaco.

“Credo che Piunti abbia spiegato bene come ricacciare cose vecchie di due anni non abbia alcun senso. Lo stesso Gabrielli – aggiunge – ha riconosciuto la legittimità degli atti, il resto è storia: 21 consiglieri di minoranza e maggioranza hanno firmato per la sua sfiducia e quasi all’unanimità hanno votato per la sua rimozione spiegando le ragioni in Consiglio”.


CONDIVIDI