Capriotti (Pd) contro Piunti: “I problemi della città? Siamo fermi a un anno fa”

Print Friendly, PDF & Email









SAN BENEDETTO DEL TRONTO – A quasi dieci mesi dall’insediamento dell’amministrazione Piunti Tonino Capriotti (Pd) tira un bilancio di quanto fatto. E il giudizio dell’esponente dem è impietoso. “In città non è cambiato nulla e possiamo definire questa Amministrazione immobile, senza progetti, che guarda al futuro affidandosi alla speranza di trovare benefattori che cascano dal cielo”.

Capriotti parla di un governo cittadino impreciso e inaffidabile. “Basta rileggere gli atti del consiglio Comunale del 25 marzo – spiega – quando fu risposto che la programmazione turistica sarebbe stata pronta molto prima del 30 aprile. Qualcuno le definiva promesse da marinaio. Così come quando il sindaco dichiarava di prendere il “toro per le corna” riguardo al tema della sicurezza e della movida molesta, al decoro urbano, alla lotta all’abusivismo, ai capannoni del carnevale posti a nord del Ballarin. A proposito: faccio notare che un pezzo della parete di uno è caduto”.

“Constato con molta amarezza – continua Capriotti – che dopo un anno siamo al punto di partenza. Riprenderemo ogni interrogazione e chiederemo conto alla luce del tempo trascorso. Ci sono molte questioni da chiarire, a partire dai finanziamenti che continuiamo a perdere, alla pulizia ed ai servizi di salvataggio nelle spiagge libere, non sono mancate in passato lamentele e critiche. E dell’aumento della Tari ne vogliamo parlare? Il 17 maggio sarà all’ordine del giorno della commissione bilancio”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA