sabato 20 Agosto 2022 – Aggiornato alle 04:08

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

La polemica

Caos nella Lega, il segretario provinciale: “I tre fuoriusciti? L’adesione a un partito comporta l’accettare le regole”

Maravalli: "L’ex consigliera Falco ha puntato tutto sulla contrapposizione in tema di sanità per ottenere un consenso elettorale che non è arrivato"
francesca piunti
SAN BENEDETTO DEL TRONTO

“I tre tesserati di San Benedetto del Tronto che hanno lasciato la Lega parlano di mancanza di democrazia interna e di progetto: è evidente che sono avulsi tanto dalla realtà di partito che da quella cittadino visto che la Lega è impegnata a portare la voce dei sambenedettesi nella filiera di governo, a partire dal consiglio comunale. Onestà vorrebbe che ammettessero la legittima delusione per
l’ulteriore sconfitta anziché addurre fantomatiche mancanze”. Lo dichiara il commissario provinciale della Lega Ascoli Piceno Roberto Maravalli in replica alla fuoriuscita polemica dei tesserati Falco, Oddi e Lattanzi.

“L’adesione ad un partito comporta l’accettazione delle sue regole che nella Lega sono, anzitutto, confronto democratico sempre e comunque per arrivare ad una sintesi – continua Maravalli – Abbiamo intrapreso un percorso che porterà i suoi frutti nel tempo necessario: la responsabile della Lega San Benedetto Laura Gorini, insieme al nostro consigliere comunale Lorenzo Marinageli, da me coordinati, stanno lavorando a pieno ritmo sulle tematiche cittadine di cui l’ospedale è, per quanto importantissimo, solo una parte. L’ex consigliera Falco ha puntato tutto sulla contrapposizione in tema di sanità per ottenere un consenso elettorale che non è arrivato. Si chieda perché – conclude Maravalli – La Lega è e sarà sempre dalla parte dei cittadini in maniera seria ed equilibrata, aprendosi al contributo fattivo di tutti coloro che guardano ai progetti per la città, non all’affermazione personale”.

antica osteria del borgo

Ultime notizie

casereccia 250

TI CONSIGLIAMO NOI…