Cambia San Benedetto: “Aperti ad un incontro col centrosinistra. Allargamento anche ai Cinque Stelle, non a Libera”

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In attesa di una chiamata. Cambia San Benedetto prosegue il suo percorso indipendente in vista delle elezioni sambenedettesi, ma apre al resto del centrosinistra. La realtà promossa da Sinistra Italiana e Rifondazione Comunista ha svolto martedì sera un’assemblea da remoto nel corso della quale ci si è soffermati soprattutto sui temi della mobilità e del parco marino. “Noi attendiamo un incontro e speriamo che il tavolo della coalizione si apra alle discussioni importanti della città, in particolar modo all’urbanistica e alla questione del consumo di suolo, già approfondita con la mozione consiliare”, spiega Giorgio Mancini.

Cambia San Benedetto non chiude nemmeno ai Cinque Stelle, anzi. “Non capisco perché a livello nazionale si possa essere alleati con loro e qui a San Benedetto invece non si coinvolga il Movimento. Siamo fiduciosi su un allargamento, finora non abbiamo fatto parte di quel percorso, perché non ci riconosciamo in un progetto a prescindere dai contenuti”.

Idee chiare infine su chi non potrà fare mai parte dell’alleanza: “Non si potrà certamente coinvolgere Libera San Benedetto, una forza che sostanzialmente è guidata da persone che si sono presentate con Acquaroli alle ultime regionali”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA