mercoledì 1 Febbraio 2023
Ultimo aggiornamento 09:20
mercoledì 1 Febbraio 2023
Ultimo aggiornamento 09:20

Bilancio, il Pdl torna al Tar

SAN BENEDETTO – “Questa volta se il Tar ribadirà l’annullamento del bilancio dovrà essere nominato un commissario senza appello”. Pronto il nuovo ricorso al Tar che il Pdl presenterà la prossima settimana.

Verrà impugnata la delibera sui riequilibri di bilancio che ieri sera è stata approvata dal Consiglio. Ricorso con richiesta di sospensiva che se accolta bloccherà l’intero iter e in contemporanea sarà chiesta un’udienza da tenersi massimo tra 20 giorni.

Il ricorso si basa sulla presa di distanza del dirigente del settore finanze Catia Talamonti e dei revisori dei conti, che nello stesso atto specificano di dare seguito prendendo atto da quanto disposto dalla prefettura.

Cosa avrebbe dovuto fare invece il Consiglio secondo il Pdl? Portare all’approvazione una delibera che tenesse conto dei debiti fuori bilancio per gli impegni di spesa maturati dal 30 novembre ad oggi, dal momento che la delibera di ieri sera non sarebbe retroattiva.

“Ci opponiamo non ai 65 minuti di ritardo per la convocazione del Consiglio del 30 novembre, ma per gli otto anni di flop amministrativo”. Quanto tuonato dal consigliere Piunti, il quale ha motivato la loro assenza al consesso di ieri quale segnale politico teso a rafforzare la propria tesi sulla delibera illegittima. A fargli eco il consigliere Assenti che tuona: “Se il Tar dovesse ribadire l’accoglimento del ricorso si deve nominare un commissario visto che si è creato un precedente”.

Gabrielli ha invece puntato il dito sulla cessione dell’area da assegnare alla Sambenedettese calcio, sostenendo che molti aspetti della vicenda sono oscuri e si rischia di deludere per l’ennesima volta i tifosi, dal momento che non sarebbe chiaro chi investirebbe su un terreno che comunque rimane di un privato, tanto che si è accennato anche a un possibile coinvolgimento della Corte dei Conti.

Non è rimasta indenne la delibera sul chiosco da realizzare all’Agraria presso l’associazione che vede segretario il consigliere Pasqualini. “I parchi da assegnare- ha denunciato il Pdl – dopo l’area verde Eleonora assegnata a persone vicine a Benigni e questa a Pasqualini sono terminati, ma si ritroveranno con un pacco di cambiali”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PUBBLICITA’

senduicceri
bio 250
stuzziko
logobianco

Le Rubriche

Sfogliando               Pausa Caffè               Podcast

TI CONSIGLIAMO NOI…