Ballarin, Piergallini: “San Benedetto ci coinvolga nel progetto di riqualificazione”

Print Friendly, PDF & Email

GROTTAMMARE – Una questione sambenedettese, che però va ad interessare in maniera diretta anche Grottammare. Sì perché l’ex Ballarin si trova proprio in una zona di confine, a due passi dall’inizio del lungomare del comune amministrato da Enrico Piergallini. E lo stesso sindaco auspica che nell’ambito dei discorsi legati alla riqualificazione dell’area un parere venga chiesto pure ai ‘vicini di casa’. “La struttura rappresenta l’ingresso e l’uscita per entrambe le città – afferma il primo cittadino – da parte nostra non ci vuole essere invadenza, ma prima di qualsiasi decisione ci piacerebbe ci fosse un incontro per illustrare il progetto”.

Piergallini non fa polemica, tuttavia auspica una collaborazione: “E’ un punto troppo simbolico e sicuramente ci farebbe piacere essere informati”.

Il sindaco allarga il discorso anche ai parcheggi blu istituiti di fronte al vecchio stadio: “No, non ne sapevo nulla, non ne ero al corrente. E’ una scelta legittima dell’amministrazione di San Benedetto, in fin dei conti è territorio loro. Ma una telefonata tra gli uffici per un coordinamento sarebbe stata utile. Questi discorsi dimostrano come sia sempre più urgente la necessità di un coordinamento del turismo della riviera. Va detto che in passato ci fu un precedente: il tema del terzo braccio del porto. Pure in quel caso si parlava di zona di confine”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA