cantine al borgo
domenica 23 Giugno 2024
Ultimo aggiornamento 12:21
cantine al borgo
domenica 23 Giugno 2024
Ultimo aggiornamento 12:21
Cerca

Alcol e baby-gang, Spazzafumo: “Tolleranza zero. Una sera i carabinieri li ho chiamati io”

Il sindaco agli esercenti: "Se un locale si permette di dare alcol ai minori bisogna sanzionarlo, non è concepibile vedere un adulto che incoraggia un minore a bere"
Pubblicato il 22 Marzo 2022

Una situazione tenuta sotto controllo a Natale, ma che è riesplosa all’inizio dell’anno. Nella riunione all’Auditorium, il sindaco Spazzafumo spiega agli esercenti i motivi che lo hanno spinto a varare l’ordinanza sperimentale contro la mala-movida che durerà per tutto il mese di aprile.

“Abbiamo ricevuto tante segnalazioni e quando queste sono continue non si può stare fermi. Ho cercato di calmierare le cose, ma dopo le festività c’è stato un peggioramento. Io non condanno tutti. Per accertarmi di come lavorate sono andato a controllare di persona, qualcuno mi ha visto di notte”.

Poi la confessione: “Una sera i carabinieri li ho chiamati io, era una situazione critica, ho dovuto farlo per evitare che scattasse la scintilla. Ho visto delle situazioni che non mi piacevano. Vent’anni li ho avuti pure io, so come funzionano certe cose. Quindi ho chiamato le forze dell’ordine”.

Da parte del Comune la tolleranza zero riguarderà soprattutto l’eventuale somministrazione dell’alcol a ragazzi minorenni. “Sono tollerante su tutto, cerco sempre di venirvi incontro, ma su questo argomento ci vado a piedi nudi. Se un locale si permette di dare alcol ai minori bisogna sanzionarlo, non è concepibile vedere un adulto che incoraggia un minore a bere”.

Sul fenomeno dilagante delle baby gang, il sindaco si è già confrontato con le forze dell’ordine: “Stiamo monitorando attentamente il fenomeno”. A tal proposito, qualche commerciante evidenzia come alcune zone restino al buio a causa della mancanza di illuminazione. Uno scenario che alimenterebbe la delinquenza.

“Nei primi quattro mesi abbiamo fatto ripristinare una quarantina di lampioni, in alcuni casi c’erano rimasti solo i pali”, ribatte Spazzafumo. “Non possiamo arrivare ovunque. C’è una app di segnalazione, so che funziona. Io ricevo messaggi e provo a rispondere a tutti”.

TI CONSIGLIAMO NOI…