san park
mercoledì 24 Aprile 2024
Ultimo aggiornamento 05:38
san park
mercoledì 24 Aprile 2024
Ultimo aggiornamento 05:38
Cerca

Riceve una mail dalla banca e effettua sei pagamenti con la carta di credito. Era una truffa

I carabinieri hanno identificato la responsabile: si tratta di una donna di 40 anni della provincia di Caserta

MONTEGRANARO. I carabinieri di Montegranaro hanno identificato e denunciato per truffa una donna 40enne della provincia di Caserta già nota per analoghi precedenti. Mediante l’analisi dei tabulati telefonici e di documentazione bancaria i Carabinieri hanno scoperto che la donna mediante vari raggiri aveva inviato alla sua vittima falsi sms aventi come mittente la banca di riferimento della vittima, con cui comunicava la presenza di operazioni fraudolente fornendo al contempo un link dove accedere e inserire dati della carta di credito per ottenere i rimborsi.

La vittima ingenuamente forniva i dati richiesti per ben sei volte non accorgendosi in realtà di aver operato sei bonifici per un totale di 600,00 seicento euro a vantaggio della truffatrice. Altra truffa a Porto San Giorgio dove i Carabinieri della Stazione hanno individuato e denunciato per truffa un giovane classe 2000 originario di Fermo, noto per altri precedenti di polizia. Il giovane, trovandosi all’interno di un centro scommesse del posto, eseguiva svariate giocate virtuali “gold bet” (corse di cani e cavalli nonche’ vari gratta e vinci) accumulando in poco tempo un debito pari ad euro 22mila (ventiduemila) circa. Il gestore quindi invitava il giovane a saldare il debito e lo stesso simulava di effettuare dal proprio telefono un bonifico anche superiore e pari a 30.000 euro chiedendo anche di continuare a giocare sino al raggiungimento della cifra.

Purtroppo il bonifico era solo un raggiro e alla fine il giovane veniva allontanato e allertati i Carabinieri. Ancora a Montegranaro i militari della Stazione hanno denunciato per truffa in concorso un 45enne dell’Umbria e un marocchino 40 enne, entrambi noti alle forze dell’ordine. I due si sono resi responsabili della ben nota truffa del Postamat. Simulando interesse per l’acquisto di merce oggetto di inserzione sul noto sito subito.it (diffusori per ambiente) da parte dell’ignara vittima, i due inducevano la stessa con vari raggiri a versare sul loro conto ben 1.700 euro mentre la parte offesa, nel compiere le operazioni suggerite, era convinta di ricevere quella somma sul suo conto Poste. A Monte Urano i Carabinieri della Stazione, a seguito di varie denunce ricevute hanno avviato accurate indagini denunciando per truffa continuata un uomo del posto, noto per altri precedenti.

L’uomo aveva incassato fraudolentemente circa 800,00 euro quali premi assicurativi per finte polizze auto che lo stesso aveva proposto alle vittime. Sempre a Montegranaro altra truffa subita da un 20enne del posto che aveva versato la caparra per l’affitto di un appartamento per universitari a Perugia, circa 300 euro senza poi ottenere quanto pattuito (tutto svoltosi su messaggistica Facebook). I militari hanno approfondito e scoperto che dietro la truffa si identificava un milanese classe 1977 già noto per altri precedenti, il truffatore aveva addirittura concordato un appuntamento a Perugia per far visionare l’appartamento, omettendo poi di presentarsi e rendendosi anche irreperibile ai tentativi di rintraccio da parte del giovane. L’Arma ha impiegato molte risorse investigative nel campo della prevenzione e repressione di tali reati, la maggiore attenzione è dovuta ad un aumento delle truffe “on line”, purtroppo sempre più frequenti e sempre più elaborate.

Le transazioni on-line aprono lo scenario a nuove forme di crimine come il furto dei codici delle carte di credito oppure la violazione all’accesso e all’uso dei dati sensibili. È importante tenere a mente alcuni consigli: 

– diffidare da acquisti molto convenienti e facili guadagni. Spesso si tratta di truffe o di merce     rubata;

– non partecipare a lotterie non autorizzate e non acquistare prodotti miracolosi od oggetti presentati come pezzi d’arte o di antiquariato se non si è certi della provenienza;

– non accettare in pagamento assegni bancari da persone sconosciute.

Sul sito istituzionale dei Carabinieri gli altri utili consigli consultabili al link: https://www.carabinieri.it/in-vostro-aiuto/consigli/internet 

 

kokeshi
jako
fiora
garofano
new edil
euro 3 250

TI CONSIGLIAMO NOI…