venerdì 1 Luglio 2022 – Aggiornato alle 16:51

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Il Lieto Fine

La storia di Natale di Montefiore, l’addetta al censimento aiuta la famiglia senza strumenti per la Dad. Dal Comune arrivano due tablet

Il sindaco Porrà parla della vicenda avvenuta nei giorni scorsi
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su print
MONTEFIORE DELL’ASO
E’ una bellissima storia quella che narra il sindaco di Montefiore, Lucio Porrà, che arriva proprio dal piccolo centro piceno. Una delle due collaboratrici che stanno seguendo il censimento Istat lungo il territorio comunale, ha infatti segnalato al primo cittadino la presenza di una famiglia da poco trasferita a Montefiore. “Con dignità e compostezza – spiega il sindaco – i membri di quella famiglia hanno risposto a tutti i quesiti che la ragazza poneva, sono entrati in confidenza e l’addetta al censimento ha notato che forse in caso di DAD i due ragazzi non si sarebbero potuti collegare per mancanza di strumenti”.
Capita la situazione è così andata in comune facendo presente la problematica. “Dopo un paio di giorni – continua Porrà – si è ripresentata in quella famiglia e ha consegnato due tablet acquistati dal comune. E tra la gioia e la commozione di tutti per il piccolo gesto. è arrivato a un bellissimo biglietto di ringraziamento. Sono sufficienti piccoli gesti per volersi bene,e in ogni caso arrivano grandi ringraziamenti che in questo periodo sono rari. Grazie ai tre splendidi attori per questa bella storia. Noi siamo stati semplici collaboratori” chiosa il sindaco.
jako

Ultime notizie

haster 250

TI CONSIGLIAMO NOI…