giovedì 1 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 07:54
giovedì 1 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 07:54

La Banca del Piceno ha consegnato 59 Premi di Studio

Sala San Venanzo gremita di giovani, famiglie e dal vertice della banca
utes

CASTIGNANO
“Ci sono cerimonie destinate a restare nella memoria per qualità ed emozioni. La recente consegna dei Premi di studio assegnati dalla Banca del Piceno ai giovani del territorio è tra queste. Tre ore intense, tra testimonianze e commozione, impreziosite dalla presenza di Enrico Bracalente, fondatore di NeroGiardini, che ha incantato narrando la sua storia di imprenditore”. Mariano Cesari, presidente della Banca del Piceno, non ha dubbi nel commentare la giornata vissuta a Castignano. Sala San Venanzo gremita di giovani (59 i premiati), famiglie e dal vertice della banca. Dopo i saluti di Cesari, dei vice presidenti Claudio Censori e Luigi Silvestri e del direttore Franco Leone Salicona, uno dei momenti più emozionanti: la testimonianza di quattro ex premiati che hanno fatto strada partendo proprio dal riconoscimento ricevuto anni fa dalla Banca del Piceno. La dottoressa Dalila Ammazzalorso, il futuro medico Christian De Angelis, l’esperto di economia Francesco Maloni e l’avvocato Sonia Olivieri hanno usato parole chiare rivolgendosi ai giovani: “Stupitevi, emozionatevi con passione e la vita vi sorriderà”. Poi è toccato all’ospite Enrico Bracalente, intervistato dal giornalista Fabio Paci. Una carrellata di ricordi, raccontati in maniera avvincente, dagli inizi nel sottoscala della chiesa di Monte San Pietrangeli (“Era il 1975, non avevo ancora 18 anni”) fino alle vette internazionali con il brand NeroGiardini sinonimo di qualità, made in Italy, territorio, formazione (“il corso agli Artigianelli ha fatto scuola”). “Passione, serietà, autostima e autocritica sono basilari. Rimettersi in gioco, sempre, accettando le nuove sfide. Il mondo cambia alla velocità della luce, bisogna correre al passo con i tempi. Ognuno di noi, di voi, ha delle attitudini e queste vanno valorizzate”. Poi i 59 premiati sono stati chiamati a ricevere il premio della Banca del Piceno: diplomati o laureati col massimo dei voti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PUBBLICITA’

antica osteria del borgo
infinito 250

TI CONSIGLIAMO NOI…