san park
mercoledì 24 Aprile 2024
Ultimo aggiornamento 05:03
san park
mercoledì 24 Aprile 2024
Ultimo aggiornamento 05:03
Cerca

E’ morto Federico Scarponi. Glorioso pugile sambenedettese, aveva 92 anni

Il cordoglio del sindaco Spazzafumo: "Il suo nome resterà impresso nell’albo dei cittadini illustri"

E’ morto Federico Scarponi

PORTO SANT’ELPIDIO. È con profonda tristezza che il mondo dello sport piange la scomparsa di Federico Scarponi, avvenuta ieri all’età di 92 anni. Nato il 3 febbraio, Scarponi ha lasciato un segno indelebile nel mondo della boxe, rappresentando un’icona per intere generazioni.

Per i più giovani, è importante ricordare che Scarponi è stato uno dei migliori pesi gallo della sua epoca, un vero e proprio campione che ha calcato i ring di Europa, Asia ed Australia. Il suo nome è legato all’epoca d’oro dei pesi gallo, negli anni ’50 e ’60, insieme a illustri pugili come Halimì, D’Agata, Rollo, Zuddas e molti altri.

Il suo spirito di competizione lo ha portato a essere considerato uno dei più grandi rappresentanti del pugilato italiano all’estero, portando orgogliosamente il nome della sua terra in ogni angolo del globo.

Il campione

federico scarponi

La sua carriera professionistica ha avuto inizio nel 1954, quando ha debuttato contro Fattori a Roma, città che lo ha sempre tenuto in grande considerazione. Nel corso degli anni, ha affrontato sfide sempre più impegnative, conquistando il titolo nazionale nel 1959 battendo il temibile Gianni Zuddas.

Nonostante qualche sconfitta lungo il cammino, Scarponi ha continuato a lottare con tenacia e determinazione, difendendo il suo titolo nazionale con orgoglio fino al 1965, quando ha deciso di concludere la sua carriera sul ring.

La vita

Ma la sua vita non si è fermata dopo lo sport attivo. Tornato nella sua amata terra, Scarponi si è distinto anche come imprenditore di successo, oltre che come devoto marito e padre. Ha continuato a seguire lo sport con passione, rimanendo sempre un punto di riferimento per la comunità locale e per tutti coloro che hanno avuto il privilegio di conoscerlo.

Con la sua scomparsa, il mondo dello sport perde un grande campione e un esempio di determinazione e coraggio. Le sue gesta rimarranno indelebili nella storia del pugilato italiano, continuando a ispirare le future generazioni di atleti. Addio, Federico Scarponi: il tuo ricordo continuerà a vivere nei cuori di tutti coloro che hanno ammirato la tua grandezza e il tuo spirito indomito.

Il ricordo

A ricordare la figura di Scarponi anche il sindaco di San Benedetto Antonio Spazzafumo: “E’ stato uno degli sportivi che ha dato maggior lustro a San Benedetto del Tronto, sua città natale. Pugile professionista, protagonista di tanti incontri in Italia e all’estero, Federico Scarponi ha vinto per due volte, nel 1957 e nel 1965, il titolo di campione nazionale dei pesi “gallo” . Per la splendida carriera, fu insignito dal CONI di una medaglia di benemerenza”.

“Nel porgere le condoglianze alla famiglia – ha concluso il sindaco – sono sicuro di interpretare il desiderio di tutta la nostra comunità affermando che il suo nome resterà impresso nell’albo dei cittadini illustri”.

garofano
new edil
jako
fiora
kokeshi
euro 3 250

TI CONSIGLIAMO NOI…