Centri estivi e colonie, pubblicato il decreto per le Marche

Print Friendly, PDF & Email

Il presidente della Regione Luca Ceriscioli ha firmato nel pomeriggio ili decreto n. 184, con il quale sono consentite, a decorrere dall’8 giugno, le attività ludico ricreative – centri estivi – per bambini di età superiore ai 3 anni e per gli adolescenti, con la presenza di operatori addetti alla loro conduzione utilizzando le potenzialità di accoglienza di spazi per l’infanzia e delle scuole o altri ambienti similari https://www.regione.marche.it/Portals/0/Salute/Coronavirus/DecretoPresidente_Soggetto attuatore _n 184 del 29 maggio 2020.pdf.

Tali attività sono consentite nel rispetto delle norme di distanziamento fisico e del lavoro in piccoli gruppi, e nel rispetto delle specifiche Linee guida settoriali previste dal DPCM 17 maggio 2020. https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/05/17/20A02717/sg). Tra le attività ludico ricreative sono ricomprese anche le colonie estive marine per bambini ed adolescenti per la cui organizzazione in spiaggia si rinvia alle linee guida operative per la prevenzione, gestione, contrasto e controllo dell’emergenza COVID-19 nelle strutture ricettive, stabilimenti balneari e spiagge libere approvate dalla Giunta Regionale approvate con la DGR n. 630 del 25 maggio 2020.

I relativi protocolli approvati dalla Regione Marche sono disponibili all’indirizzo web https://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Salute/Coronavirus/FASE-2 e le delibere si possono consultare all’indirizzo web https://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Salute/Coronavirus#Protocolli-riaperture-fase-2 .
Le disposizioni del decreto restano in vigore fino alla data del 31/08/2020.


© RIPRODUZIONE RISERVATA