Torna in carcere le 38enne che aveva allestito un minimarket della droga in casa

Print Friendly, PDF & Email

ALBA ADRIATICA – Malgrado stesse già scontando una condanna per spaccio di stupefacenti, la 38enne di Alba Adriatica finita nei guai nei giorni scorsi, era stata trovata in possesso di poco più di 10 grammi di “eroina”, fiutati dal pastore tedesco Bagheera, del Nucleo Cinofili di Chieti, nel borsello di custodita nella cucina, oltre ai bilancini elettronici, del materiale idoneo a confezionare lo stupefacente e la somma di 550 euro, trovati dai Carabinieri della Stazione di Alba Adriatica, nel corso della perquisizione domiciliare delegata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Teramo, che oltre a rispondere della detenzione a fini di spaccio di stupefacenti, era stata segnalata all’Ufficio di Sorveglianza di Pescara.

L’Ufficio in diamina ha così provveduto a revocare i domiciliari, disponendo la traduzione in carcere della donna che dovrà termine di scontare la pena presso la Casa Circondariale di Teramo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA