L’allarme della Misericordia: “Ad Ascoli associazione usa nome e nostri colori ma con noi non c’entra nulla”

Print Friendly, PDF & Email

ASCOLI PICENO – Il presidente nazionale della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia Roberto Trucchi ha inviato una comunicazione ufficiale alle istituzioni e agli enti pubblici e privati della provincia di Ascoli Piceno per dissociare la Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia da iniziative, tenutesi di recente, dall’annunciata finalità benefica, “portate avanti da un’organizzazione di Ascoli Piceno estranea al nostro Movimento di Volontariato, ma pur riportante a volte similitudine, a volte coincidenza con nome del gruppo, colori, divise di servizio e simbologia delle Misericordie d’Italia”.

Il riferimento è a quella che, a questo punto, è l’ex Misericordia di Ascoli Piceno. “Tali iniziative a cui mi riferisco, sono state peraltro pubblicizzate a mezzo media e tv, quest’ultime certamente inconsapevoli, con un’intervista al responsabile di questa compagine che indossava una divisa di servizio identica a quella delle Misericordie d’Italia, con cucito sul petto proprio il marchio d’azione del
nostro Movimento, evidenziando noi peraltro in questo eventuali irregolarità circa la normativa vigente sul copyright. In attesa di poter verificare eventuali responsabilità derivanti dall’uso improprio del marchio d’azione delle Misericordie d’Italia, invitiamo le Istituzioni, gli Enti pubblici e privati a verificare in modo più approfondito l’appartenenza ufficiale a gruppi regionali o nazionali delle compagini che offrono collaborazione, al di là delle apparenze ingannevoli che generano confusione interpretativa della loro reale identità”.

“Esprimo a nome della Confederazione Nazionale che rappresento – continua Trucchi – questa preoccupazione di appropriatezza nella comunicazione e nella conseguente interpretazione della popolazione, soprattutto per tutelare la comunità e anche le Misericordie del territorio regionale delle Marche, affiliate ufficialmente al nostro Movimento, e che sono a disposizione di tutti per collaborazioni con finalità di servizio alla comunità, per cui la scrivente è in grado di garantire la bontà delle azioni di carità e di solidarietà; le Misericordie d’Italia sono la forma più antica di Volontariato, nate nel 1244 a Firenze e con valori, ispirazione cristiana e azioni di servizio ben precise e attenzionate dal livello nazionale”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA