martedì 5 Luglio 2022 – Aggiornato alle 05:21

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

L’analisi

Infiorata di Montefiore: “Soddisfatti delle iniziative, nonostante la pandemia”

Amadio: "Quest’anno le vie del nostro splendido borgo non sono state colorate da tappeti sul selciato ma da veri e propri quadri”
MONTEFIORE DELL’ASO

“Nonostante la pandemia non ci abbia lasciato vivere l’Infiorata come da tradizione, ci riteniamo comunque soddisfatti delle iniziative che siamo riusciti ad organizzare seppur con molte difficoltà e limitazioni”. Lo afferma il presidente dell’associazione Graziano Amadio. “Quest’anno le vie del nostro splendido borgo non sono state colorate da tappeti sul selciato ma da veri e propri “quadri”, ben 46, di arte effimera, realizzati dai mastri infioratori nelle proprie case su tavola con i più svariati materiali”.

Prosegue Amadio: “Subito dopo siamo partiti per un fantastico tour in giro per le piazze turistiche delle Marche per far conoscere la nostra arte. L’iniziativa, che ci ha accompagnati per tutta l’estate, è stata organizzata in stretta collaborazione con l’Associazione Pro Loco d’Italia Marche, in particolare con il Presidente Marco Silla, a cui va il nostro più sentito ringraziamento. A partire da Fano, passando per Porto San Giorgio, Cupra Marittima, Sirolo, Civitanova Marche, Comunanza e Arquata del Tronto abbiamo toccato tutte le province della nostra Regione. E non è ancora finita. Chiuderemo infatti a Montefortino, dove esporremo 3 opere di arte effimera riguardanti la Natività. Come ogni anno ci siamo adoperati per allestire il Presepe all’interno della Collegiata di Santa Lucia; ogni anno cerchiamo di far rivivere la magia della Natale avvalendoci delle idee e della creatività dei nostri mastri realizzando degli allestimenti alternativi”.

La Lancette

Ultime notizie

euro 3 250

TI CONSIGLIAMO NOI…