I tedeschi uccisero dodici inermi cittadini. Ricordato il brutale eccidio di Massignano

Print Friendly, PDF & Email

MASSIGNANO – E’ stato commemorato a Massignano il 75esimo anniversario dell’eccidio di 12 inermi cittadini da parte di soldati tedeschi. Erano presenti alla cerimonia tenutasi presso la cappellina sita sulla S.S. Adriatica in località Massignano il Presidente della Provincia Fabiani, il sindaco di Massignano Massimo Romani, il sindaco di Campofilone d’Ercoli Ercole, l’assessore del comune di Ripatransone Stefania Bruni, il sindaco di Cupra Marittima Alessio Piersimoni e l’ANPI di San Benedetto del Tronto nella persona del suo presidente prof. Antonio Bruni.

Nel suo intervento il sindaco di Massignano ha voluto ricordare l’episodio citando i nomi dei dodici compatrioti uccisi su ordine del comandante nazista Potente insediatosi con le sue truppe il 17 giugno 1944 a Villa Vinci. Il presidente dell’ANPI prof. Bruni Antonio ha ricordato i fatti che hanno determinato l’eccidio sottolineando la ferocia con la quale sono stati barbaramente uccisi per rappresaglia 12 inermi cittadini senza nessuna colpa.

CONDIVIDI