I grandi cuochi alla Locanda del Terzo Settore. Torna “Adotta uno Chef”

Print Friendly, PDF & Email

ASCOLI PICENO – Federico Palestini, dell’Osteria Caserma Guelfa, l’8 marzo. Aurelio Damiani, del ristorante Damiani&Rossi, il 22 marzo e Daniele Citeroni Maurizi di Osteria Ophis ad aprile.
I grandi chef marchigiani tornano ai fornelli della Locanda del Terzo Settore ‘Centimetro Zero’ di Spinetoli per condividere passione, cucina di qualità e impegno sociale. Il progetto si chiama ‘Adotta uno Chef’ ed è alla sua seconda edizione nel ristorante che impiega giovani con disabilità mentale offrendo loro un’opportunità di lavoro e di formazione professionale.

“L’appuntamento con i grandi chef del nostro territorio è sempre un passaggio importante per la Locanda – spiega Roberta D’Emidio, responsabile del progetto sociale realizzato insieme alla Fondazione Carisap – perché l’incontro in cucina con i nostri ragazzi è un momento intenso e irripetibile. Anche se alcuni dei nostri giovani non riescono a cogliere fino in fondo tutto quello che accade, la vicinanza di uno chef, di una persona che come loro vive di cucina e per la cucina, fa scattare qualcosa di magico. I ragazzi interagiscono senza problemi, si relazionano alla pari mentre la disponibilità e l’umanità di questi grandi professionisti fanno tutto il resto. Il risultato è una giornata dal bilancio positivo, in cui ognuno ha lavorato per sé e per gli altri, ricevendo molto di più di quello che ha messo in campo”.

Si parte venerdì 8 marzo con la serata dedicata alla Festa della Donna e un menù fisso proposto da Federico Palestini e si prosegue il 22 marzo con l’appuntamento con Aurelio Damiani. Pesce e prodotti dell’orto saranno i protagonisti delle due serate. Il progetto termina ad aprile con la serata di Daniele Citeroni Maurizi e un menù ancora tutto da scoprire.
Uno dei piatti proposti dagli chef sarà inserito nel menù abituale della Locanda.