Correlazione tra stoccaggio gas e terremoti lunedì su Report. “Le aziende petrolifere provarono a spaventarci”

Print Friendly, PDF & Email

L’inchiesta sulla possibile relazione tra le trivellazioni in Pianura Padana e il terremoto del 2012 sarà uno degli argomenti principali puntata di Report in onda lunedì 13 maggio, alle 21.20 su Rai3.

Nel servizio di Manuele Bonaccorsi realizzato con la collaborazione di Alessia Marzi e Lorenzo Di Pietro, viene raccolta per la prima volta la testimonianza di Peter Styles, il geologo inglese che nel 2012 venne chiamato a presiedere la Commissione Ichese, promossa dalla Protezione civile e dalla Regione Emilia Romagna per indagare su possibili relazioni tra le attività petrolifere nella pianura padana e i terremoti del 2012. “Le aziende petrolifere provarono a legarci un braccio dietro la schiena, a spaventarci”.

Styles racconta i tentativi di pressione subiti e denuncia di non aver ricevuto tutti i dati riguardanti l’esperimento di esercizio in sovrappressione dell’impianto di stoccaggio di gas di Minerbio, gestito dalla Stogit (controllata della Snam), avvenuto tra agosto e novembre del 2011, sei mesi prima della distruttiva sequenza sismica emiliana.

Le parole di Styles fanno luce sul difficile rapporto tra scienza e decisioni politiche quando di mezzo ci sono grandi interessi economici, come quelli legati all’industria del petrolio. A verificare che i progetti industriali siano compatibili con l’ambiente e la sicurezza dovrebbe essere la commissione Via del ministero dell’Ambiente, nominata nel 2011 dalla allora ministra Prestigiacomo e mai rinnovata finora.

Il nuovo ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha annunciato a Report la nomina di una nuova commissione, prevista per giugno. Quella vecchia ha approvato 7 progetti di stoccaggio gas in sovrappressione, ritenuti più pericolosi, con un solo voto contrario, quello del geologo più titolato.

CONDIVIDI