A Castignano rivive il torneo delle Contrade, la storica gara di calcetto

Print Friendly, PDF & Email

CASTIGNANO – Dal 21 al 23 giugno a Castignano si svolgerà il “Torneo delle Contrade” e ad aprire la manifestazione, venerdì 21, ci sarà la band “Gli Amici dello Zio Pecos”.

Il “Torneo delle contrade” nasce nel 2015 per ridare vita al “Palio dell’addolorata”, una rievocazione storica che faceva parte della tradizione castignanese e che coinvolgeva le sette contrade di Castignano. L’evento, che per svariati motivi non fu più organizzato, consisteva nell’offerta dei Ceri, seguita dal corteo delle Arti, una sfilata in abiti medievali per le vie del paese, per poi concludersi con il torneo Cavalleresco dell’anello, in cui sette fantini, uno per ogni contrada, si sfidavano in una sana competizione a cavallo.

“Con il Torneo delle contrade – spiegano gli organizzatori – siamo ripartiti dai concetti di tradizione, sana competizione ed unione, per promuovere l’unità e la solidarietà nell’ambito di Castignano, realizzando esperienze significative nella “tradizione” per far incontrare e socializzare i castignanesi a partire dalle Contrade. L’evento è aperto a tutti, si tratta di un torneo di calcetto in cui non ci sono ne limiti di età ne di sesso. Le regole sono state rivisitate per mettere al primo posto il divertimento e l’unione tra compaesani”.

“Dal 2015, ci vollero due anni per riuscire ad organizzare la prima edizione del torneo, poiché volevamo fosse ben chiaro lo scopo per il quale queste giornate sarebbero nate. Dalla prima edizione nel 2017 alla terza, che si terrà quest’anno, siamo riusciti a creare, grazie all’appoggio di molte associazioni e ragazzi che hanno contribuito dando una mano e sposando i principi del torneo, un’evento unico dove la spensieratezza e lo sport riuniscono un’intero paese, dai giocatori agli spettatori che con piacere sostengono la propria contrada”.

Al torneo possono partecipare esclusivamente coloro che abbiamo avuto almeno una volta residenza Castignanese, l’evento è aperto a tutti.

CONDIVIDI