Regione, incentivi a chi utilizza oli biodegradabili

Print Friendly, PDF & Email

Priorità agli investimenti delle aziende agricole che utilizzano oli lubrificanti biodegradabili. Grazie a una proposta del capogruppo regionale di Italia Viva, Fabio Urbinati, contenuta in un testo legislativo “omnibus” che l’Assemblea legislativa ha approvato nel corso dell’ultima seduta consiliare.
“Si tratta di un ulteriore importante passo in avanti della Regione Marche – evidenzia il consigliere regionale di Iv – in tema di sostenibilità ambientale, dopo i percorsi già intrapresi nel corso di questa legislatura attraverso altri provvedimenti e leggi innovative come quelle su plastiche, energie rinnovabili e sprechi alimentari”.

Nel dettaglio, modificando la normativa marchigiana sull’agricoltura biologica, l’articolo 1 della pdl, licenziata dall’Assemblea legislativa questa settimana, prevede che la Regione riconosca “uno specifico criterio di priorità in favore delle aziende biologiche che effettuano investimenti, riguardanti tutto il ciclo produttivo, relativi a macchinari che utilizzano oli biodegradabili” secondo quanto previsto nel Piano d’azione nazionale sul Green Public Procurement del 2016.

“Nei prossimi bandi regionali saranno inserite, dunque, premialità ad hoc – puntualizza Urbinati – per le aziende bio che utilizzano lubrificanti biodegradabili in tutti i veicoli commerciali e agricoli, oltre che sui macchinari utilizzati nella filiera agroalimentare. Solo per fare alcuni esempi, pensiamo ai frantoi, alle cantine o alle imprese di trasformazione dei prodotti alimentari”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA