Banca Marche, al via il processo per il crac

Print Friendly, PDF & Email


È partito oggi il processo per il crac di Banca Marche: sono imputati l’ex presidente Lauro Costa, l’ex direttore generale Massimo Bianconi e altre 11 figure dirigenziali. Aula piena al quinto piano del tribunale di Ancona, dove davanti al collegio penale presieduto dal giudice Francesca Grassi sono state presentate, tramite 25 avvocati, nuove costituzioni di parti civili: circa 600 tra azionisti ed obbligazionisti. Se verranno accolte, le parti civili al processo arriveranno a superare la quota di 3.500. Solo l’Unione Nazionale Consumatori ne ha presentare 239 nuove e vanno ad unirsi alle 2.836 già ammesse in fase preliminare. La stessa associazione, rappresentata dall’avvocato Corrado Canafoglia, ha annunciato l’istanza di citazione per chiamare quale responsabile civile Ubi Banca che ha acquistato Banca Marche. Le accuse contestate ai 13 imputati vanno dalla bancarotta fraudolenta al falso in bilancio, ostacolo della vigilanza e falso in prospetto.


CONDIVIDI