cantine al borgo
sabato 22 Giugno 2024
Ultimo aggiornamento 14:44
cantine al borgo
sabato 22 Giugno 2024
Ultimo aggiornamento 14:44
Cerca

Scarsa sicurezza, nessuna qualifica e neppure la comunicazione al Comune. Chiuso un centro massaggi

La responsabile legale è stata denunciata. La sanzione è di trentamila euro. Sospese tutte le attività
Pubblicato il 22 Maggio 2024

MONTERUBBIANO. La legale rappresentante di un centro massaggi è stata denunciata dai Carabinieri di Monterubbiano per gravi violazioni delle normative relative alla sicurezza sul lavoro. L’operazione è stata condotta in collaborazione con il personale specializzato del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Ascoli Piceno e del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Ancona.

La donna, una 56enne di origine cinese residente in provincia di Caserta, è risultata inadempiente in numerosi aspetti legati per la sicurezza dei lavoratori. I controlli hanno rivelato che la responsabile svolgeva l’attività lavorativa senza aver redatto il documento di valutazione dei rischi, un obbligo fondamentale per la tutela della salute e della sicurezza sul lavoro. Inoltre, era stato omesso l’obbligo di costituire il Servizio di Prevenzione e Protezione, esponendo così i lavoratori al rischio di elettrocuzione.

Per queste violazioni, la donna è stata denunciata e le è stata inflitta una sanzione di 30 mila euro. Le autorità hanno anche disposto la sospensione dell’attività del centro massaggi, per gravi carenze in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

Durante l’ispezione, sono emerse ulteriori irregolarità. Il centro estetico operava senza aver comunicato l’inizio dell’attività allo Sportello Unico delle Attività Produttive, e il personale impiegato mancava dei requisiti professionali necessari. Queste infrazioni hanno comportato ulteriori sanzioni amministrative.

Inoltre, nel corso dei controlli sono stati sequestrati prodotti vietati dalla normativa nazionale ed europea perché considerati pericolosi. Il valore complessivo dei prodotti sequestrati ammonta a circa 2 mila euro.

L’operazione congiunta dei Carabinieri di Monterubbiano e dei nuclei specializzati di Ascoli Piceno e Ancona sottolinea l’importanza della vigilanza e del rispetto delle normative di sicurezza sul lavoro, specialmente in settori sensibili come quello dei servizi alla persona.

TI CONSIGLIAMO NOI…