cantine al borgo
mercoledì 19 Giugno 2024
Ultimo aggiornamento 13:21
cantine al borgo
mercoledì 19 Giugno 2024
Ultimo aggiornamento 13:21
Cerca

Chiuso il “centro massaggi” dove andavano gli uomini di mezza provincia. Compresi i neodiciottenni che ricevevano un “buono regalo”

I carabinieri hanno smantellato l'attività dove si effettuavano pratiche erotiche da parte di ragazze di età compresa tra i 30 e i 40 anni. Denunciate due donne cinesi.
Pubblicato il 28 Maggio 2024

CAMPIGLIONE. I carabinieri hanno smantellato quello che sembrava essere un centro massaggi, ma che in realtà si è rivelato essere una vera e propria casa di appuntamenti. Il centro in questione, situato a Campiglione di Fermo, era già noto alle autorità, dal momento che aveva subito una serie di controlli da parte dei militari, del Nas di Ancona e del nucleo ispettorato del lavoro di Ascoli. Durante queste ispezioni, era emerso che la titolare gestiva l’attività senza aver fornito il documento di valutazione dei rischi, motivo per cui era stata multata per circa 30mila euro e le era stato comunicato l’obbligo di sospensione dell’esercizio.

Le recenti indagini hanno rivelato che le due donne che gestivano il centro, rispettivamente di 57 e 46 anni, offrivano massaggi dal contenuto esplicitamente sessuale ed erotico, sfruttando connazionali di età compresa tra i 30 e i 40 anni. Questo operato era in palese violazione della legge Merlin del 1954, che aveva abolito la regolamentazione della prostituzione.

Un aspetto particolarmente inquietante emerso dalle indagini è che i servizi sessuali del centro massaggi venivano spesso utilizzati come “buoni regalo” per i giovani che compivano 18 anni. Alcuni giovanissimi clienti erano soliti regalare un massaggio erotico ai loro amici in occasione del diciottesimo compleanno, normalizzando così un comportamento illegale e moralmente discutibile. Il costo di un massaggio erotico era di €50, mentre per un rapporto completo la tariffa saliva a circa €200, tutto rigorosamente in nero.

La clientela del centro era interamente proveniente dalla provincia, con un’età variabile dai 18 ai 60 anni. L’operazione dei carabinieri ha portato alla chiusura definitiva del centro e le due donne sono state denunciate.

TI CONSIGLIAMO NOI…