Scultura Viva torna il 5 settembre. Un murale al porto omaggerà la marineria sambenedettese

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Scultura Viva torna dal 5 al 12 settembre, con qualche modifica e molte novità.

L’emergenza coronavirus ha costretto gli organizzatori ha rinviare l’appuntamento che, eccezionalmente, si terrà alla fine dell’estate.

L’edizione 2020 si intitolerà “San Benedetto, il suo mare e la sua storia” e prevedrà la partecipazione di otto artisti italiani e due stranieri.

Per la prima volta, anche grazie alla collaborazione con la Capitaneria di Porto, oltre al molo sud il festival interesserà l’area portuale, con un murale ispirato all’attività della marineria sambenedettese che prenderà vita nel piazzale Pinguino.

Durante la settimana artistica, inoltre, un gruppo di tre pittori gestuali, terrà una mostra di pittura alla Palazzina Azzurra. Lo stesso gruppo realizzerà un murale al molo sud, mentre un altro verrà dipinto dagli alunni delle scuole Cappella e Ipsia.

“Nel periodo di lockdown non pensavo onestamente che sarebbe stato possibile svolgere la manifestazione”, dice l’ideatore Piernicola Cocchiaro. “Ringrazio l’assessore Ruggieri per il supporto ricevuto. Purtroppo, non potendo soddisfare gli adempimenti per la sicurezza previsti dall’emergenza covid, non sarà possibile tenere l’attesissima serata jazz”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA