Corteo del 25 aprile per ricordare gli eroi della Liberazione: “In Italia rigurgito neo-fascista”

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Abbiamo ritenuto opportuno indire questa iniziativa, visto il rigurgito neo-fascista che si sta affermando in questo Paese”. Con queste parole l’Anpi presenta la manifestazione in programma giovedì 25 aprile, giorno in cui ricorrerà il settantaquattresimo anniversario della Liberazione.

Si tratta di un corteo che prenderà il via alle 15.30 da Piazza Nardone e percorrerà le vie del centro intitolate alle vittime della barbarie nazi-fascista, affiggendo targhe che ricordano il loro esempio ed il loro sacrificio. Quindi ecco le tappe in via Spinozzi, Pizzi, Gramsci, Fiscaletti, Paolini e Mazzocchi.

Si proseguirà con una grande festa in Piazza Pazienza, accompagnata da musica, letture partigiane e popolari, testimonianze e proiezione del documentario “Quando vedemmo le fortezze volanti”.

Non mancherà la merenda partigiana per tutti con fave e formaggio. Hanno già aderito Articolo Uno, Pd, Legambiente, Giovani Democratici, Buon Vento, CGIL, Rinnovamento e Progresso, Arci, Rifondazione Comunista, Partito dei Radicali, SOS missionario, Libera, Robin Hood-Rete degli Studenti Medi.

“San benedetto è sempre stata una città democratica – sostiene il presidente della sezione locale Antonio Bruni – speriamo che i giovani non perdano queste tracce. Bisogna far conoscere chi ha lottato per la libertà”.

L’amministrazione comunale non dovrebbe esserci. “Non gliel’abbiamo chiesto, ma l’appuntamento è aperto a tutti – precisa Bruni – non ci saranno bandiere di partito”.

CONDIVIDI