venerdì 9 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 03:02
venerdì 9 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 03:02

Ascoli, Magalì Rapini presenta il suo libro alla Rinascita

Il 10 novembre. “Tracce” aduna nelle sue 131 pagine una ventina di brevi ma serrati racconti, ciascuno da considerare una storia a sé
jako

ASCOLI
Giovedì 10 novembre, alle ore 18, verrà presentato nella Libreria Rinascita di Ascoli Piceno il nuovo libro di racconti di Magalì Rapini dal titolo Tracce (Pathos Edizioni).

Dialogherà con l’Autrice il giornalista e saggista Sandro Galantini. La presentazione sarà intervallata dalla lettura di alcuni brani da parte di Sabrina Colangeli con accompagnamento musicale al pianoforte di Marino Giansante.

“Tracce” aduna nelle sue 131 pagine una ventina di brevi ma serrati racconti, ciascuno da considerare una storia a sé. Le storie sono percorse da inquietudini, disagi generazionali e insoddisfazioni ma anche da una vena satirica nei confronti della società e del presente che li emancipa dalla condizione di meri resoconti interiori, diaristici. Il narrare di Rapini, sicuro e senza sbavature nel suo ritmo incalzante, apre infatti ampi varchi alla riflessione e al discernimento consegnando al lettore, come diceva Proust, tutto il piacere del testo.

L’autrice. Magalì Rapini nasce a Teramo il 14 luglio 1972 da padre italiano e madre francese. Segue studi tecnici ma è sempre viva in lei la passione per la lettura. Grazie a questo amore, e ad alcuni corsi di scrittura creativa frequentati tra il 2015 e il 2019, si cimenta con le prime prove letterarie. “Tracce”, il suo secondo volume, segue l’inserimento, nel 2020, nell’antologia “Donne che raccontano”. La Rapini, pessimista ma comunque ironica, lascia trasparire nei suoi racconti, oltre all’amarezza, una speranza di fondo che non l’abbandona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PUBBLICITA’

agriturismo le senapi
mediateca

TI CONSIGLIAMO NOI…