martedì 6 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 04:44
martedì 6 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 04:44

Scuole superiori, 2,5 milioni dalla Provincia per un nuovo plesso “d’emergenza”

Sarà destinato ad ospitare a rotazione docenti e allievi di vari istituti superiori in occasione degli interventi di manutenzione straordinaria e adeguamento sismico
valelab

ASCOLI PICENO
La Provincia di Ascoli Piceno, con un investimento di circa 2,5 milioni di euro, realizzerà un nuovo plesso destinato ad ospitare a rotazione docenti e allievi di vari istituti superiori in occasione degli interventi di manutenzione straordinaria e adeguamento sismico che saranno effettuati secondo apposito crono-programma.

Non è stato infatti possibile reperire locali in affitto adeguati e, con questa soluzione, la Provincia consegue un importante obiettivo: consentire l’esecuzione dei lavori trasferendo temporaneamente in questa struttura gli studenti in attesa del termine degli interventi di potenziamento della sicurezza sulle scuole interessate. Il nuovo contenitore sarà realizzato in tempi brevissimi risolvendo problematiche logistiche e mettendo a disposizione del patrimonio scolastico dell’Ente nuove aule e laboratori.

Il nuovo sito sarà ubicato in via della Repubblica in zona antistante l’Istituto Tecnico “Fermi”, un’area baricentrica per l’intero territorio e collocata in uno snodo importante per la viabilità dei mezzi pubblici e la mobilità dei studenti. L’edificio, che è stato oggetto di un attento studio progettuale, si svilupperà su due piani di circa 1500mq complessivi e prevede la realizzazione di 10 aule per un totale di circa 250 studenti. Da sottolineare che l’intervento, conforme allo strumento urbanistico vigente, sarà realizzato nel rispetto di tutte le normative sulle attività scolastiche da quelle antincendio, alla sismica fino ad ogni standard di sicurezza richiesto.

“L’Ufficio Ricostruzione post sisma della Regione Marche e la Struttura Commissariale hanno autorizzato l’Amministrazione Provinciale a effettuare questo importante investimento a favore della collettività scolastica – spiega il Presidente della Provincia Loggi – si tratta di una scelta che consentirà notevoli risparmi sulle spese di affitto per i trasferimenti temporanei degli allievi in altri edifici e, una volta terminato il programma degli interventi, metterà a disposizione della nostra Provincia un ampliamento funzionale e ben realizzato da utilizzare per nuovi spazi didattici. Da evidenziare – prosegue Loggi – che questa nuova struttura si colloca all’interno del campus scolastico nel quale sono già presenti l’Istituto Agrario “Celso Ulpiani”, l’Istituto tecnico Statale per Attività Sociali “Mazzocchi” e l’Istituto Tecnico Industriale “E. Fermi” e dove sorgerà il nuovo avveniristico Istituto “Trebbiani” formando così una vera e propria “cittadella della formazione superiore” al servizio della comunità locale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PUBBLICITA’

sbizzura 250
mediateca

TI CONSIGLIAMO NOI…