Il Papa telefona alle suore di San Benedetto. “Salvini? Preghiamo per lui”. Ma è uno scherzo de La Zanzara

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Papa Francesco telefona alle suore di clausura di San Benedetto e le sorelle rispondono. Peccato però che si tratti di uno scherzo sapientemente organizzato da La Zanzara, programma di Radio 24 condotto da Giuseppe Cruciani.

Il motivo della chiamata del finto Pontefice (un magistrale Andro Merkù) è ovviamente legato all’esposizione di uno striscione all’esterno del convento delle Clarisse contenente la frase “L’avete fatto a me”. Un messaggio estrapolato dal Vangelo di Matteo, ma inevitabilmente collegato alla campagna di striscioni anti-Salvini esplosa nelle ultime settimane.

E così ecco la chiamata di Bergoglio al centralino del convento, con le suore che sono cadute nel tranello. “Suora Graziana, spero di non disturbare – ha esordito il falso Santo Padre – sto seguendo la vicenda del vostro striscione ‘Lo avete fatto a me’. Le dico onestamente, per me è un gesto sbagliato, le suore non si esprimono pubblicamente. Preferirei che le suore non si esponessero. Spero che in futuro non succedano, spero sia d’accordo con me”.

Suor Graziana ha tuttavia tenuto testa a Francesco, parlando apertamente di Salvini: “Prego per lui. E’ una frase del Vangelo, può portare solo bene. Quel che è fatto è fatto, per il futuro faremo discernimento in base alla situazione”.

Alla fine i due hanno recitato assieme l’Ave Maria.