San Benedetto, i giovani maker dell’Isc Nord “Scuola Digitale” sono i primi nelle Marche

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I giovani maker del Laboratorio extracurriculare “Giocando s’impara. Fare per apprendere, apprendere per fare” , dell’ISCNORD di San Benedetto del Tronto, dopo la provinciale di febbraio vincono anche la fase regionale del Premio Istituito dal MIUR “Scuola Digitale 2020” con un buono di duemila euro.

Ben meritate vista la motivazione della giuria: “Abbiamo visto una grande interdisciplinarità e la capacità di coinvolgere attivamente i ragazzi… abbiamo visto il loro entusiasmo…la pluralità di invenzioni, sperimentazioni. Un’attività ricchissima che avrà avuto una regia e una progettazione dietro veramente tanto impegnativa ma sicuramente ripagata dalla crescita e dallo sviluppo delle competenze dei ragazzi”.

Il Premio fa riferimento alle attività di che si sono svolte lo scorso anno scolastico (2018-2019) sotto la direzione della docente Maria Rosaria Danza e il supporto della docente Luana Fraticelli. Le attività proposte si sono basate sulla metodologia educativa del TINKERING, apprendimento in STEAM. Esplorazione e sperimentazione di idee …..mentre si costruisce qualcosa !”, spiega la Danza.

Ora li attende la fase nazionale dove rappresenteranno la Regione Marche.

La premiazione si è svolta in videoconferenza nel pomeriggio di giovedì 21 quando gli alunni Alisia Garbati e Giulio Pollicelli hanno rappresentato i loro compagni delle classi 4 A e 4 B della Scuola Primaria Moretti.

Le attività e il video della cerimonia di premiazione possono essere visualizzate nel blog dedicato https://giovanimaker.blogspot.com

Del resto è proprio questa la finalità perseguita dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nel istituire il Premio “promuovere l’eccellenza e il protagonismo delle scuole italiane nell’apprendimento e nell’insegnamento del digitale, incentivando l’utilizzo delle tecnologie digitali nel curricolo e favorendo l’interscambio delle esperienze nel settore della didattica digitale”.
Il Progetto, nato per “promuovere l’eccellenza e il protagonismo delle scuole italiane nell’apprendimento e nell’insegnamento del digitale, rientra nei Fondi Strutturali Europei PON “Pensiero Computazionale e Cittadinanza Digitale” 2014-2020.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI