San Benedetto, bufera sul convegno antiviolenza per la presenza di Stasi. Baiocchi: “Annullato il suo intervento”

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La presenza del blogger Davide Stasi al convegno “La violenza alla ricerca del carnefice”, organizzato per sabato 19 ottobre in Auditorium a San Benedetto, ha creato un vero e proprio terremoto tanto che l’assessore Antonella Baiocchi, questa mattina, ha fatto sapere di aver annullato la presenza del blogger.

Ieri, infatti, la segretaria nazionale di Possibile, Beatrice Brignone, ha chiesto l’immediatoritiro del patrocinio della prefettura di Ascoli e della Regione Marche all’incontro proprio a causa della presenza del blogger dichiaratamente contro la legge sullo stalking e “autore di un pesantissimo post su Lucia Annibali”, l’avvocatessa pesarese sfregiata con l’acido e oggi deputata del Pd. Alla luce di questa polemica è notizia dell’ultim’ora l’annuncio dell’assessore Antonella Baiocchi sull’annullamento della presenza del blogger.

“Il suo inserimento nel gruppo dei relatori del convegno “La violenza alla ricerca del carnefice” in programma a San Benedetto il prossimo 19 ottobre – spiega Baiocchi – è avvenuto in totale buona fede, con l’unico obiettivo di offrire un punto di vista particolare sul tema della violenza di genere. Per non generare polemiche e distinguo che rischierebbero di far perdere di vista le finalità del convegno, quelle cioè offrire alla cittadinanza un’opportunità di informarsi e di riflettere su un tema che non è mai sufficientemente al centro del dibattito pubblico, abbiamo deciso di rinunciare al suo apporto invitando invece a dare il loro contributo al dibattito due donne avvocato che operano per l’associazione Ankyra di Milano, l’unica in Italia che si occupa di tutela della persona che subisce violenza indipendentemente dal genere: ringraziamo dunque la fondatrice Patrizia Montalenti e Veronica Coppola per aver accettato il nostro invito”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI