giovedì 24 Giugno 2021 – Aggiornato alle 01:27

Qualità delle mense scolastiche, a San Benedetto parte il questionario

Il Comune chiederà il parere delle famiglie per programmare il servizio del prossimo anno
mensa
di Redazione
11 Maggio 2021

Condividi o stampa

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su print

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

POTREBBE INTERESSARTI

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

mensa

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’amministrazione comunale sta per diffondere a tutte le famiglie che hanno figli che usufruiscono del servizio di refezione scolastica un questionario per valutare la qualità del servizio mensa offerto dal comune di San Benedetto del Tronto. Il questionario, composto da poche e semplici domande, è stato elaborato con la preziosa collaborazione del Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dell’Area Vasta n. 5 dell’ASUR – spiega l’assessore alla pubblica istruzione Annalisa Ruggieri – ed è stato presentato stamane in videoconferenza ai Dirigenti Scolastici, ai rappresentanti della Commissione mensa della scuola primaria e della scuola dell’infanzia di ogni plesso scolastico e a una rappresentanza di docenti che fanno parte delle commissioni stesse”.

“E’ stato dunque svolto un ampio ed approfondito lavoro di condivisione – prosegue Ruggieri – basato sulla partecipazione attiva di tutti coloro che hanno interesse all’argomento. Contiamo su un alto numero di risposte in modo da ottenere un valido apporto alla revisione del menù e, conseguentemente, un miglioramento, laddove necessario, del servizio di refezione scolastica”.

“Sono molto soddisfatto del lavoro svolto in sinergia tra uffici comunali, ASUR e scuole – è la riflessione del sindaco Pasqualino Piunti – il Comune investe tanto per assicurare la qualità dei piatti che arrivano nelle mense delle scuole e ogni suggerimento che vada nella direzione di migliorarla ulteriormente, nel rispetto dei principi di educazione alimentare indicati dall’autorità sanitaria, non solo è bene accetto ma auspicabile”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONSIGLIATI PER TE