Post diploma, il Rotary porta docenti e professionisti nelle aule dei licei sambenedettesi. Trecento studenti informati sul futuro possibile

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Due incontri con trecento studenti dei licei sambenedettesi per indicare loro tutti gli sbocchi universitari possibili e metterli in condizione di scegliere i più adatti a loro. E’ l’obiettivo dell’attività messa in atto dal Rotary Club di San Benedetto del Tronto coordinato dalla presidente Maria Rita Bartolomei che, attraverso uno dei suoi soci, l’ingegner Angelo Straffi, ha organizzato degli incontri con i ragazzi delle quinte classi del liceo classico “Leopardi” e del liceo scientifico “Rosetti”. Gli incontri si sono tenuti sabato 8 (liceo classico) e sabato 15 (liceo scientifico) ed hanno visto una partecipazione di circa trecento studenti (100 al Leopardi e gli altri duecento al Rosetti).

Gli obiettivi primari sono stati quelli di informare i diplomandi sugli sbocchi professionali delle principali facoltà universitarie evidenziando le reali prospettive di lavoro da un punto di vista di chi, oggi, è pienamente coinvolto nella realtà produttiva. Ma anche quello di informarli sulle nuove tecnologie e sui certi sviluppi in settori che già oggi offrono interessanti opportunità di inserimento nel mondo del lavoro. Quindi è stato fatto il punto sull’evoluzione delle varie professioni e sul superamento di alcuni approcci al lavoro che risultano ormai obsoleti.

Coinvolti nel progetto docenti universitari, professionisti di vari settori e soci del Club Rotary: Ing. Alfeo Antoniani, Ing. Prof. Francesco Canestrari, Dott. Mario Caroselli, Ing. Prof. Filippo Gabrielli, Avv. Massimo Ortenzi, Chirurgo Plastico Dott. Angelo Scioli, Dott. Federico Scioli, Ing. Angelo Straffi, Dott. Claudio Trofino, Medico Diabetologo Dott. Giacomo Vespasiani. Gli incontri hanno suscitato interesse e partecipazione nei ragazzi. Il tutto con la collaborazione dei rispettivi Dirigenti Scolastici Prof. Maurilio Piergallini e Prof.ssa Stefania Marini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA