Porto, nessuna data per l’intervento urgente. Il dragaggio definitivo non sarà completo

Print Friendly





SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non ci sono ancora date sull’intervento di somma urgenza per il fondale del porto sambenedettese. E’ quanto emerso nel corso della riunione effettuata nel pomeriggio ad Ancona tra la delegazione di operatori portuali ed i vertici dell’autorità di sistema. Accompagnati dall’assessore alla pesca Filippo Olivieri e dai consiglieri delegati Mario Ballatore ed Emidio Del Zompo, marittimi, armatori e diportisti hanno infatti sollecitato l’intervento ma si sono sentiti ripondere che i quattrocentomila euro necessari per dare il via libera al provvedimento sono stati più volte richiesti al Provveditorato ma che, al momento, non si vedono.

Ad Ancona starebbero comunque valutando la possibilità di mettere in campo la cifra attingendo direttamente alle proprie casse ma anche per questo occorrerà verificare la fattibilità dell’oeprazione che avrebbe comunque un proprio iter burocratico. “La settimana prossima – spiega Ballatore – se ne saprà di più”. Oggi è anche emerso che l’intervento successivo, quello più grande che dovrebbe essere effettuato entro la fine dell’anno, non sarà totale ma riguarderà l’area dell’imboccatura del porto, sia per il canale in entrata che per quello in uscita delle barche. Per questo intervento sarà stanziato circa un milione di euro.



CONDIVIDI