Piazza Kolbe, fine lavori mai. Il Comune ha scritto alla ditta, ma il futuro è ancora incerto

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Abbiamo chiesto nuove garanzie alla ditta prima di procedere eventualmente con una nuova proroga”. Sono passati tre mesi da quando il sindaco Piunti pronunciò queste parole in consiglio comunale, rispondendo ad un’interrogazione di Tonino Capriotti.

Da quel giorno in poi sul progetto di Piazza Kolbe è calato di nuovo il silenzio, con l’immobile affacciato sulla Statale che resta in eterna fase di ristrutturazione.

Il Comune aveva inviato una lettera alla ditta chiamata a realizzare l’edificio, tuttavia non sarebbero ancora giunte risposte. Il sindaco sull’argomento non si esprime, ma l’unica certezza ad oggi è rappresentata dalla volontà dell’ente di percorrere strade alternative rispetto all’incasso della polizza fideiussoria di 400 mila euro. Una cifra considerata insufficiente per completare l’opera.

Ecco allora la speranza che qualche nuovo imprenditore subentri, prendendo in mano la situazione.

La ditta aveva chiesto all’ente un ennesimo rinvio per l’esecuzione dei lavori, stavolta però di dodici mesi e non di due anni come accaduto in passato. Nel 2017 l’assise aveva infatti votato per una proroga di due anni e lo stesso era avvenuto pure nel 2015.

La vicenda prese il via nel periodo a cavallo tra il 2010 e il 2011. L’intervento prevedeva la realizzazione di un manufatto di due piani, con una parte dedicata al commerciale. Uno spicchio del palazzo sarebbe stato destinato alla nuova sede della Polizia Municipale, che avrebbe così potuto lasciare l’attuale postazione all’interno del vecchio Municipio di piazza Battisti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI