https://www.fondazionecarisap.it/
giovedì 29 Febbraio 2024
Ultimo aggiornamento 07:10
https://www.fondazionecarisap.it/
giovedì 29 Febbraio 2024
Ultimo aggiornamento 07:10

Parco Marino, costituito il tavolo scientifico: “Informare i cittadini con dati certi”

Riunione avvenuta il 28 ottobre al Museo del Mare. Si è ribadito che il metodo scientifico è l’unico strumento che l’uomo ha a disposizione per prevedere il prossimo futuro

Pubblicato da 

Redazione
 venerdì 3 Novembre 2023

SAN BENEDETTO DEL TRONTO. Il 28 ottobre scorso presso la sala convegni del Museo del mare di San Benedetto del Tronto, l’associazione dei “Promotori del Parco Marino del Piceno” ha invitato vari esperti proventi dalle Università e Centri di ricerca delle Marche per valutare, alla presenza di rappresentanti istituzionali dei Comuni costieri,  la complessità dello stato di sofferenza attuale del nostro mare e dei possibili scenari futuri dovuti al peggioramento degli equilibri ambientali.

Erano presenti biologi marini, geologi marini, ecologi, geologi, climatologi, esperti in scienza della pesca e pianificazione dello spazio marino, gestori e pianificatori di aree protette, ecoturismo, divulgazione e comunicazione sulla sostenibilità, esperti nella normativa comunitaria e nazionale.

Tali esperti provenivano, dall’Università Politecnica delle Marche, dall’Università di Camerino, dal CNR di Ancona, Lega mbiente, Slowfood.

Nell’incontro dopo uno scambio di conoscenze ed esperienze si è deciso di costituire un Tavolo Scientifico Permanente di confronto e di integrazione delle informazioni scientifiche. 

“Uno scambio di informazioni assolutamente indispensabile per un approccio organico ed integrato alle problematiche ambientali, analogamente a come di fronte a malattie complesse in qualsiasi ospedale si procede ad un consulto con vari specialisti per una valutazione interdisciplinare delle stesse”, affermano gli organizzatori.

Nell’incontro si è ribadito che il metodo scientifico è l’unico strumento che l’uomo ha a disposizione per prevedere il prossimo futuro e per trovare strumenti tecnici appropriati ad affrontarlo.

I Promotori del Parco Marino del Piceno hanno apprezzato molto il contributo degli esperti condividendo la consapevolezza che in un contesto di continuo cambiamento, non sono più sufficienti le singole esperienze o competenze e che la rinuncia al metodo scientifico equivarrebbe al ritorno ai sistemi di previsione degli antichi romani che per anticipare il futuro osservavano ed interpretavano il volo degli uccelli oppure all’affrontare una malattia rivolgendosi ad una veggente anziché andare in ospedale.

“L’organismo a cui si è dato vita avrà inoltre lo scopo di informare correttamente i cittadini sullo sviluppo delle conoscenze scientifiche e di confutare ogni informazione non fondata su dati certi.  Gli esperti presenti si sono inoltre resi disponibili a lavorare insieme ai pescatori al fine di trovare soluzioni tecniche per una pesca sostenibile”.                                                    

© LA NUOVA RIVIERA|RIPRODUZIONE RISERVATA

Le ultime notizie

fiora
kokeshi
salone bio 2
garofano
new edil
coal
le pallette di giorgio

TI CONSIGLIAMO NOI…