giovedì 26 Maggio 2022 – Aggiornato alle 20:15

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

La protesta

Ospedale, Orgoglio Civico: “Nei reparti rimangono le difficoltà di sempre. I medici alla prima occasione se ne vanno”

Benito Rossi: "E' già successo per il Pronto Soccorso e se le condizioni non cambiamo risuccederà nuovamente"
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su print
SAN BENEDETTO DEL TRONTO

Orgoglio Civico rivendica la posizione politica sulla sanità del Piceno ribadendo la necessità di risolvere le criticità al Madonna del Soccorso iniziando almeno dal breve e medio termine.

“Attualmente l’unica cosa certa che riguarda il Madonna del Soccorso è il non avere più un reparto di degenza oculistico, otorino e non avere un Primario per la Pediatria e Geriatria”, afferma Benito Rossi.

“Mentre al confine politico si consumano le battaglie a monopoli, nel cuore dei reparti permangono le difficoltà di sempre. Rimaniamo infatti sbalorditi da quelle compagini politiche le quali cadono dalle nuvole quando i medici del Madonna del Soccorso alla prima occasione preferiscono andarsene. E’ già successo per il Pronto Soccorso e se le condizioni non cambiamo risuccederà nuovamente mentre lo stesso effetto si sta preparando per il reparto di Pediatria dove per volontà politica il bando di concorso per primariato non è stato ancora previsto”.

Insiste Rossi: “Stessa condizione in essere del reparto di Geriatria dove oltre a non avere più un Primario un medico è stato trasferito seppur temporaneamente alla pneumologia di Ascoli. Se al Mazzoni si provvede a creare primariati e indire concorsi anche prima del pensionamento, giustamente, qui al Madonna del Soccorso le difficolta rimangono le stesse. La sanità non può essere programmata secondo i tempi politici di destra o sinistra ma programmata secondo le esigenze dei cittadini e del territorio. Altrimenti i danni saranno irrecuperabili”.

1941 250

Ultime notizie

gastronomica 250

TI CONSIGLIAMO NOI…