spadu top
mercoledì 22 Maggio 2024
Ultimo aggiornamento 05:04
spadu top
mercoledì 22 Maggio 2024
Ultimo aggiornamento 05:04
Cerca

Ospedale, Marini: “Assenti parla di fantasiosi finanziamenti senza riferimenti precisi”

Il presidente del circolo nord: "I cittadini di San Benedetto si accontenterebbero di avere una nuova Tac come Ascoli e di non avere la chiusura o il ridimensionamento della Murg"
Pubblicato il 12 Gennaio 2024

SAN BENEDETTO DEL TRONTO. Da una parte la difesa, sul fronte opposto l’attacco. Il Pd si scaglia contro Andrea Assenti e Luigi Cava che hanno difeso l’operato in tema di sanità, negando categoricamente ogni ipotesi di smantellamento del Madonna del Soccorso.

“Sembra che non abbiano né le orecchie per sentire né gli occhi per vedere – accusa il presidente del circolo nord, Alessandro Marini – non vedono, infatti, come è ridotta la sanità sambenedettese e non vedono gli apprezzamenti fatti alla ignara nuova direttrice: persino la curva dello stadio arriva a chiederne le dimissioni. Cava dice che per la prima volta la direttrice sarebbe stata scelta senza guardare la tessera di partito, ma non ricorda che da quando governa la destra, ormai 3 anni e mezzo, sono stati cambiati ben sei direttori. Evidentemente gli altri cinque, che secondo Cava hanno fallito producendo una voragine di disavanzo finanziario e la relativa chiusura dei servizi, sarebbero stati scelti in base alla tessera di partito: mi pare una notizia bella grossa. Siamo davanti all’ennesima figuraccia inanellata dalla destra nostrana, appena dopo quella della Lega, che aveva invocato la testa di Saltamartini”.

L’affondo

Per Marini i due esponenti di Fratelli d’Italia non tengono conto del “grido di dolore” lanciato dagli operatori sanitari.

“Assenti, poi, elenca di nuovo fantasiosi finanziamenti per nuove fantasiose strutture ospedaliere senza darci alcun riferimento preciso: in quale capitolo di bilancio è presente la cifra di 200 milioni di cui parla? La preoccupazione dei tecnici regionali induce a pensare, al contrario, che pure i fondi del Pnrr per la Casa della salute potrebbero in realtà essere andati persi. I cittadini di San Benedetto si accontenterebbero di avere una nuova Tac come Ascoli, di non avere la chiusura o il ridimensionamento della Murg, che ci fosse il rinnovo dei contratti di tutto il personale precario, che si bloccasse il massiccio esodo delle migliori professionalità mediche e infermieristiche”.

Conclude Marini: “Ma di tutto questo Cava ed Assenti non parlano, pensando forse che produrre promesse e propaganda possa portare alla fine dell’amministrazione Spazzafumo per poi, magari, scegliersi un posto al sole come candidato sindaco”.

new edil
coal
kokeshi
fiora
jako
ego

TI CONSIGLIAMO NOI…