Mascherine e distanze, riapre la giostra del centro. Nella pineta di viale Buozzi è tornata la musica

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Hanno riaperto le giostre del centro. Per le attrazioni sotto la pineta è il primo weekend di attività, dopo tre mesi di stop forzato, causa coronavirus.
Una rinascita accompagnata dall’immancabile musica che da decenni è il tratto distintivo de Il faro, situato nell’area verde tra viale Buozzi e via Pasqualetti.

Padri, figli, figli dei figli. Tutti, almeno una volta, sono saliti sulla motocicletta, sulla carrozza, sul cavallo, sul furgoncino. Una ventina di giri, lunghi il tempo di una canzone. Il repertorio è illimitato, ma la scelta ricade prevalentemente sui classici.

L’emergenza sanitaria ha ovviamente imposto delle limitazioni, che però non hanno impedito ai più piccoli di godersi qualche minuto di spensieratezza.

Sanificazione degli spazi tra un giro e l’altro, tutti a distanza di almeno un metro e obbligo di mascherina ai bambini dai tre anni in su (compresi gli accompagnatori) che devono restare in postazioni lontane, a meno che non si tratti di appartenenti allo stesso nucleo familiare.

Contemporaneamente, hanno riaperto anche le piste del trenino e delle macchinine nella pineta di fronte alla fontana di Piazza Giorgini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA