Manifestazione per l’ospedale, Baiocchi: “Mi confronto con tutti, da Casa Pound ai maoisti. Ci hanno tolto personale e posti letto”. VIDEO

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’unico a salire sul palco. Al corteo in difesa del Madonna del Soccorso tutti i riflettori sono stati rivolti verso Nicola Baiocchi, presidente del comitato che da mesi lavora per impedire lo smantellamento dell’ospedale di San Benedetto e la realizzazione della nuova struttura a Pagliare.

“Hanno provato ad attaccarci sul piano politico, come se una malattia fosse di destra o di sinistra  – ha accusato – oggi non abbiamo voluto l’intervento di politici per non fornire delle scuse ai nostri detrattori, che avrebbero avuto l’occasione per parlare di altro. Io mi confronto con tutti, da Casa Pound ai maoisti estremisti, ma mi attengo ai fatti”.

Poi è entrato nel dettaglio, accusando la Regione di disparità di trattamento: “Nel 2019 l’area vasta 5 ha avuto 41 figure di personale in meno, l’area vasta 3 39 in più. Come ha fatto in tre anni l’area vasta 3 ad avere 21 primari in più? Chi lo ha deciso? A San Benedetto abbiamo 43 posti letto in meno, ufficialmente per lavori in corso che non ci sono più. Abbiamo l’esposto denuncia già pronto, ma sembra che stiano per togliere altri 10 posti di lungo degenza da dare a una struttura privata. Quando avremo le prove le aggiungeremo alla denuncia e la faremo partire”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI