mercoledì 7 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 23:54
mercoledì 7 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 23:54

Maggioni, chiuso il contenzioso col demanio. Si va verso la transazione: “85 mila euro rateizzabili in dieci anni”

L'avvocato Ortenzi: "Nel 2021 l'agenzia ha mandato una cartella esattoriale di 348 mila euro, da pagare subito". Zoboletti: "Tolto un macigno"
soriano 250

SAN BENEDETTO DEL TRONTO
Il Circolo Maggioni ha chiuso il contenzioso con il demanio, arrivando ad una transazione che pone la parola fine ad un capitolo lungo ventidue anni. Manca ancora l’ufficialità, ma l’intesa fra le parti rende i diretti interessati più che ottimisti. “Grazie ai nostri avvocati abbiamo archiviato una vicenda che per noi era un macigno, un fardello”, commenta il presidente Afro Zoboletti, affiancato dai soci Pasquale Collini, Nicoletta Broggi e Antonio Sgattoni. “Non avere più pendenze con la pubblica amministrazione è per noi un apripista e ci pone in una condizione differente”.

Ad entrare nei dettagli è l’avvocato Massimo Ortenzi: “L’agenzia del demanio da anni rivendicava la sua somma. Nel 2021 ha mandato una cartella esattoriale di 348 mila euro, da pagare subito. C’è stato quindi un ricorso al Tar, l’udienza e dopo un confronto con l’agenzia si è prospettata l’ipotesi di una transazione di 85 mila euro rateizzabili in dieci anni. L’intesa è ancora da sottoscrivere, in quanto è ancora posta all’esame dell’avvocatura dello Stato. Si chiude un contenzioso pericoloso che avrebbe impedito al Circolo delle proiezioni in avanti. Il periodo interessato arriva fino al 2016, quando l’area su cui insiste il Maggioni è passata al Comune”.

Intanto, domenica verrà rinnovato il direttivo del Circolo, con Zoboletti che punta alla riconferma. “Abbiamo affrontato il covid e, passata la pandemia, abbiamo ripristinato il torneo di tennis. Ogni anno sono stati effettuati interventi che hanno arricchito quello che è un patrimonio di San Benedetto”.

Nella lista dei ringraziamenti di Zoboletti finisce pure Simone Vagnozzi tecnico supervisore della scuola di avviamento. “E’ un punto di riferimento, arrivano ragazzi da tutta Italia e dall’est Europa. Abbiamo cinque atleti che hanno conquistato punti Atp e giovani convocati in Federazione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PUBBLICITA’

salute 23
bagnini 250

TI CONSIGLIAMO NOI…