Immobile di piazza Kolbe, Piunti: “Prima di una nuova proroga chiediamo garanzie”

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Abbiamo chiesto nuove garanzie alla ditta prima di procedere eventualmente con una nuova proroga”. Pasqualino Piunti torna a parlare del progetto di piazza Kolbe e, rispondendo ad un’interrogazione di Tonino Capriotti, comunica che l’amministrazione è intenzionata a valutare un ennesimo accordo con l’impresa edile.

L’ultimo contatto tra le parti risale allo scorso 18 ottobre. “Le valutazioni tengono conto dell’interesse pubblico e della volontà di evitare contenziosi”, precisa il sindaco.

La ditta chiamata a realizzare l’immobile aveva chiesto all’ente un ennesimo rinvio per l’esecuzione dei lavori, stavolta però di dodici mesi e non di due anni come accaduto in passato. Già perché nel 2017 il consiglio comunale aveva votato per una proroga di due anni e lo stesso era avvenuto pure nel 2015. L’ente, dal canto suo, vorrebbe incassare la polizza fidejussoria che ammonta a circa 400 mila euro. La cifra tuttavia non basterebbe per completare l’opera.

La vicenda prese il via nel periodo a cavallo tra il 2010 e il 2011. L’intervento prevedeva la realizzazione di un manufatto di due piani, con una parte dedicata al commerciale. Uno spicchio del palazzo sarebbe stato destinato alla nuova sede della Polizia Municipale, che avrebbe così potuto lasciare l’attuale postazione all’interno del vecchio Municipio di piazza Battisti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI