Il paradosso alla Croce Verde, la nuova sede è pronta ma il telefono non riesce a funzionare. “Così non possiamo entrare”

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sembra davvero una maledizione quella della nuova sede della Croce Verde di San Benedetto. Dopo una serie di ritardi legati prima all’adeguamento di alcuni spazi, poi alla necessità di garantire una copertura alle ambulanze poi al lockdown ora tutto era pronto per l’inaugurazione della nuova sede di via Petrarca. I volontari con a capo il presidente Galieni erano pronti a lasciare, dopo oltre trent’anni, la pancia della curva Sud del Ballarin quando ci si è resi conto che il telefono non funzionava. Il che, per una realtà che opera nell’emergenza, non è proprio il massimo. Inizialmente sembrava una cosa risolvibile con l’intervento di un tecnico ma, a sentire Galieni, la situazione è tutt’altro che semplice. “Abbiamo controllato tutta la linea di nostra competenza. Non ci sono problemi – afferma -. Il collegamento c’è e non ha guasti. A questo punto c’è qualcosa che non va nel percorso che i cavi fanno dalla struttura fino alla cabina della Telecom ma sembra che nessuno riesca a venire a capo di questa situazione”. I tecnici dell’azienda di telefonia aveva trovato un piccolo guasto e, una volta risolto quello, erano tutti convinti che la linea sarebbe stata ripristinata. Nemmeno per sogno, i telefoni nella nuova sede della Croce Verde di San Benedetto, continuano a non funzionare. L’associazione continua ad essere condannata a non muoversi dal Ballarin.


© RIPRODUZIONE RISERVATA