Concerto all’alba, è già scontro in vista di ferragosto. Il Comune ne organizza uno tutto suo

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – All’appuntamento mancano ancora quattro mesi, ma attorno al concerto all’alba di ferragosto scoppia fin da ora la polemica.

E’ infatti ‘divorzio’ tra l’amministrazione comunale e Aurora Picena, l’iniziativa che dal 2014 va in scena sulla spiaggia antistante lo chalet ‘Il Pescatore’.

L’anteprima dello scontro andò in scena lo scorso anno, con l’attacco all’assessore Ruggieri da parte di Marco Calvaresi, che si lamentò per il mancato ringraziamento agli organizzatori durante il suo intervento.

Non è dato sapere se questa vicenda è un proseguo di quell’episodio, fatto sta che il prossimo 15 agosto l’amministrazione proporrà un suo concerto alternativo nel giardino Nuttate di Lune denominato “Armonie in controluce”. Ad eseguire i brani di musica classica sarà il quartetto dell’istituto Vivaldi, che collaborava proprio con Aurora Picena.

“Hanno voluto creare una copia non avendo idee loro – accusa Calvaresi – ma noi di Genius Loci lo spettacolo lo terremo ugualmente. Siamo stati i primi, inizialmente eravamo soli. Hanno deciso di farlo per conto loro, si lamentano di non avere soldi, poi li spendono rinunciando ad un evento che era totalmente finanziato da un privato. Proseguiremo per la nostra strada, avvicinandoci ad altre proposte e tipologie di offerta”.

Per la cronaca, un terzo concerto si terrà, come da tradizione, alla riserva Sentina. Ci sarà dunque l’imbarazzo della scelta.

CONDIVIDI